Introduzione generale alla Valle Camonica

Valle Camonica

La Valle Camonica è situata sopra il lago d’Iseo in provincia di Brescia. È una valle di formazione glaciale dalla classica forma a U, e si estende da sud a nord per oltre 80 km, seguendo l’andamento del fiume Oglio. Dalla zona di Toline (frazione di Pisogne), limite meridionale della valle, posta a 200 m s.l.m., si alza fino a giungere ai 1883 m di altitudine del Passo del Tonale, che ne segna il confine settentrionale.. È nota in tutto il mondo per la straordinaria ricchezza e varietà di incisioni rupestri, inserite nel 1979, quale primo sito italiano, nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Essa rappresenta un luogo di fascino e suggestione davvero unico, in cui l’Uomo e l’ambiente hanno interagito fin dalla Preistoria, caratterizzandola come “La Valle dei Segni”. Percorrendo i parchi archeologici della Valle Camonica è possibile ammirare cacciatori, guerrieri e contadini, carri e aratri, cavalli, buoi, cervi, uccelli acquatici e cani, capanne e torri medievali: molti sono i simboli incisi e le teorie che li riguardano.

Punti di interesse principali

Cosa visitare in Valle Camonica

La Valle Camonica è famosa in tutto il mondo per il suo straordinario complesso di raffigurazioni incise sulle rocce, in gran parte risalenti alla Preistoria. Se dunque è noto al vasto pubblico il patrimonio iconografico di queste antiche popolazioni, meno conosciuti sono gli aspetti del loro vivere quotidiano, emersi solo negli ultimi 30 anni grazie a numerosi interventi di archeologia preventiva e di ricerca condotti in Valle. A queste comunità, che dall’età del Ferro saranno note come Camunni, sono riferibili vari abitati, luoghi di lavoro, di culto e sepolture.

Museo Nazionale della Preistoria

Il Museo Nazionale della Preistoria, ospitato nell’antico edificio di Villa Agostani nel centro storico di Capo di Ponte, integra, con l’esposizione dei reperti, il patrimonio di immagini incise sulle rocce e ricompone, in un insieme inscindibile, l’espressione identitaria della Valle Camonica.

Attrazioni artistiche
e colturali

La Valle Camonica, oltre alla Valle dei Segni, offre molteplici attrazioni artistiche e culturali. Tra queste possiamo ricordare la chiesa settecentesca di Berzo Demo, oppure il borgo di Bienno, o ancora i percorsi sulle tracce della civiltà romana dai piedi del monte Barberino al paese di Breno.

Escursioi e gite a piedi o in mountain bike

La Valle Camonica permette a tutti gli appassionati della montagna di effettuare escursioni e gite e godere degli splendidi panorami che la natura offre. I sentieri, che si possono effettuare a piedi o in mountain bike, sono numerosi e di vari livelli di difficoltà

La cultura enogastronimica

La cultura enogastronomica della Valle Camonica è ricca e gustosa. Sulle tavole della Valle non possono mancare i tipici casoncelli, le deliziose salamelle strinù o ancora una salsiccia di castrato. Anche la tradizione dolciaria è estremamente invitante grazie alle numerose specialità, come per esempio le spongada.

la Via del Vino della Valle Camonica

Il territorio è ubicato ai piedi della Concarena, rievoca ambiente, storia, cultura, tradizioni locali, modi di vita, prodotti della terra, pietra calcarea. La Concarena è una montagna che vanta una storia geologica di circa 230 milioni di anni e che circa diecimila anni fa, non più sostenuta dalla forza dei ghiacciai, crollò verso fondovalle dando vita ad enormi cumuli franosi, è una montagna generosa che ha sedotto molti di coloro che l’hanno frequentata. Una terra di vigneti “scolpiti nel vivo sasso”, per secoli le popolazioni locali hanno realizzato terrazzamenti, coltivato la vite e prodotto vini.

– un monumentale torchio: Questa tradizione viene festeggiata ogni anno nella sagra popolare di Losine denominata “Scior del Tòrcol”, inoltre all’esterno del museo etnografico di Cerveno è stato ricostruito un monumentale torchio a leva orizzontale.

– Il percorso delle Calchere: Nei paesi posti sul conoide sottostante la Concarena c’erano diverse “calchere” (fornaci di calcificazione). Alcune di queste calchere sono state conservate e recuperate e ad Ono si realizza una festa durante la quale è possibile assistere alle dimostrazioni delle tecniche tradizionali di produzione della calce.

– Il percorso del vecchio mulino

– Percorso della fede: Il tema della religione, rappresentato nella Via Crucis di Cerveno, Passione scolpita nel legno da Beniamino Simoni alla fine del ’700, e che rivive nella festa della Santa Crus.

– Percorso del Caseificio Turnario: l’attrezzatura di un caseificio turnario, risalente agli inizi del secolo scorso, che per lungo tempo ha prodotto burro di affioramento e formaggio tipico della valle, consentendo in tal modo ai suoi abitanti, occupati principalmente nelle attività agricole/boschive e nell’allevamento del bestiame, una sopravvivenza dignitosa, si ricordano in esso le norme, le abitudini, le consuetudini che regolavano la gestione dell’attività.

La Vita di un Borgo Contadino

La “Casa Museo di Cerveno”, edificio rurale di fine ‘500 recentemente ristrutturato,costituisce una concreta testimonianza dei metodi costruttivi edili, visibili nell’organizzazione degli spazi e nell’uso dei materiali locali: pietra calcarea, legno e ferro. I reperti raccolti e gli arredi recuperati denotano stili di vita particolari; gli attrezzi impiegati nel lavoro dei campi, specificatamente per la viticoltura e la vinificazione, e quelli per l’allevamento, le attività silvo-pastorali e l’artigianato esprimono il livello di abilità manuale-creativa dell’homo faber, che sa costruire, adattare, riadattare quando gli serve per vivere e per sopravvivere.

Santa Crus – Cerveno

La processione della Santa Crus (italiano: “Santa Croce”) è una tradizione popolare che si svolge nell’abitato di Cerveno in Valle Camonica con ricorrenza decennale. L’evento coinvolge buona parte degli abitanti della comunità che abbigliati in fogge antiche inscenano la rappresentazione della salita di Gesù al calvario partendo dal momento della condanna fino alla sua crocifissione. L’evento è particolarmente sentito dagli abitanti che si occupano del confezionamento dei costumi e della decorazione dell’abitato di Cerveno. La tradizione della Via Crucis riproposta a Cerveno è slegata dai tempi pasquali, ma si ricollega alla tradizione dell’invenzione della Santa Croce, cadendo quindi nella seconda metà del mese di maggio. Le fogge degli abiti sono ispirate da quelli indossati dalle statue lignee conservate nel santuario della Via Crucis di Cerveno opera di Beniamino Simoni. Le fonti più antiche della tradizione non risalgono oltre il XIX secolo; la cadenza decennale non si è mai interrotta se non nel caso degli ultimi conflitti mondiali.

Santuario della via Crucis – Cerveno

L’espressione della fede in Valle Camonica è avvenuta spesso attraverso la scultura lignea, grazie al patrimonio di abilità e conoscenze degli intagliatori locali. L’itinerario proposto è all’interno del Santuario della Via Crucis, che si colloca nella devozione legata ai Sacri Monti, con pregevoli statue scolpite da Beniamino Simoni e da Donato e Grazioso Fantoni, inserite in cappelle affrescate. La chiesa di San Martino ospita anche alcune opere di Andrea Fantoni e una cappella con affreschi quattrocenteschi.

ORARI – 10:00/17:00

BIGLIETTO – 2 € contributo parrocchia

Breve introduzione sull’ospitalità

Gli hotel della Valle Camonica

Per essere vicini ai parchi della valle e per avere un maggior contatto con la natura, consigliamo ai nostri clienti di soggiornare presso le strutture da noi selezionate. Esse saranno in grado di soddisfare tutte le vostre esigenze oltre che a fornirvi una sistemazione ad un passo da un patrimonio dell’umanità. Sarà inoltre disponibile presso ogni accomodamento, uno spazio dedicato alle escursioni, in modo da guidarvi con semplicità ed immediatezza alla scoperta della Valle Camonica.

alberghi-valcamonica

Perché scegliere la Valle Camonica

  • Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
  • Donec tellus justo, imperdiet id ligula
  • Sed eget venenatis sapien, et ullamcorper massa.
  • Proin at blandit dui, eget sodales ex.

Per le famiglie proponiamo una serie di pacchetti vacanze che includono oltre al soggiorno e alla visita dei parchi anche attività di svago per i più piccoli come l’Archeopark. Esso è un parco a tema preistorico, situato nelle vicinanze di Boario Terme, dove i più piccoli potranno vivere una giornata all’insegna dell’avventura e della scoperta delle civiltà preistoriche. Guidati dagli animatori culturali, entrerete nei villaggi preistorici ricostruiti, passando dalla grotta santuario al riparo organizzato dai cacciatori di 10.000 anni fa, scoprite la vita dei primi agricoltori sedentari, raggiungerete le palafitte e conoscerete la vita dei cacciatori, degli artigiani e, nel bosco che ammanta la collina, entrerete nel villaggio fortificato con alti muri e palizzate. Una giornata all’insegna della storia.

Scopri le proposte di Monticolo Vacanze

Pacchetti dedicati alle famiglie

Per maggiori informazioni sulla Valle Camonica